banner_sito

AIDC F-KC-1 Ching-Kuo

 

AIDC F-KC-1 Ching-Kuo

Informazioni

Scheda tecnica

AIDC F-KC-1 Ching-Kuo

AIDC F-KC-1 Ching-Kuo

AIDC F-KC-1 Ching-Kuo

Lo sviluppo del caccia IDF (Indigenous Defence Fighter) inizia nel maggio 1982 in seguito al rifiuto degli USA nel vendere caccia F-16 od F-20 a Taiwan. Il progetto, formalmente avviato nel 1983, fu chiamato “An Hsiang” (volo sicuro) sotto la direzione dell’AIDC, assistita dalla General Dynamics, Garret (Motore) e General Electric (radar).
Il primo prototipo, denominato A-1 per l’AIDC, uscì di fabbrica il 10 dicembre 1988 e gli fu assegnato il nome Ching Kuo in onore del presidente Chinag Ching-Kuo mentre il ministero della difesa lo denomino F-CK-1. Il primo volo fu effettuato il 28 maggio 1989 dopo aver risolto vari problemi di sicurezza soprattutto relativi al software di controllo del volo e nonostante l’aereo avesse dovuto rimanere in aria per un’ora dovette atterrare dopo 22 minuti a seguito di un segnale d’allarme per qualche difetto. Furono costruiti in tutto 4 prototipi, di cui l’ultimo (A-4) era un biposto e volò la prima volta il 10 luglio 1990.
La produzione dei velivoli di serie fu ridotta da 250 a 130 esemplari, di cui 28 biposto, in seguito alla concessione del governo statunitense per la vendita di 150 F-16A/B Block 20.
L’omiglia molto a quello del caccia dell’USAF. Si presenta infatti con cloche a destra, manetta dei motori sulla sinistra, un HUD Elbit, due schermi multifunzione Bendix ed è dotato di un sistema di navigazione inerziale Honeywell H423.
La cellula dell’aereo, in seguito al supporto avuto dalle industrie statunitensi, ricorda molto l’F-16 e l’F-18 ed è di costruzione metallica con elementi compositi nel timone, nel radome, nei flap e negli aerofreni. L’ala presenta dei flap sui brodo d’uscita in un pezzo unico, piani di coda interamente mobili.
Gli esemplari di serie hanno manifestato problemi col sistema di alimentazione del carburante che in seguito ad un incidente nel 1995, che ha provocato la perdita di un aeroplano in mare, si è provveduto a modificare tutti gli esemplari in linea e a proseguire la produzione degli aeroplani modificati.
Dal 1998 l’F-CK-1 è stato sottoposto ad aggiornamenti montando un RWR Litton, un ILC Rockwell Collins, ed un CIT (Combined Interrogator/Transponder) Gec Marconi.

























Mappa Del Sito